Ultimo Numero

Numero 39

Copertina Nuova Meta: N° 39

Sfoglia l'intero numero!

Sommario

  • Ritratto d'autore: Eros Bonamini di Claudio Cerritelli
  • Semiotica e Architettura di Bruno D’Amore e José Leonardo Prieto Fandiño
  • Esposizioni di Rosanna Guida

Editoriale

Torna a farsi vivo il dibattito intorno alla disfunzione degli eventi espostivi, alla discutibile utilità delle cosiddette “mostre di cassetta”, questione che da diversi decenni serpeggia tra le pieghe dell’attualità, sempre tesa a rinnovare le sue ansie di protagonismo in cerca di consenso. Si tratta di un proliferante e...

Leggi l'intero sommario e l'editoriale
Archivio completo

Prossimo Numero

Numero 40

Il valore estetico della materia insonne
I nutrimenti plastici della ceramica

di Rosanna Ruscio

Il valore estetico della materia insonne

 

Bruce Chatwin nel suo ultimo romanzo pubblicato nel 1988 indagava in maniera appassionata l’ossessione quasi maniacale del collezionista Kasper Utz per le porcellane di Meissen. Attraverso le vicende del solitario protagonista, lo scrittore s’interrogava sulle possibilità di opporre all’ignoranza del potere la bellezza dell’arte, e compiendo una brillante confutazione sull’idea di possesso, riaffermava la forza mitica che ogni immagine dell’universo artistico portava con sé. Nel caso delle ceramiche si trattava tra l’altro, di una forza dettata dall’apparente fragilità del materiale e dall’essere oggetti poco ingombranti, una ragione questa che ne aveva favorito di certo la custodia segreta. “Un dipinto di un grande pittore poteva essere considerato patrimonio nazionale ed essere plausibile di confisca- spiegava il protagonista del romanzo Utz - Ma la porcellana? La porcellana si poteva anche classificare come vasellame, e quindi (…) teoricamente senza valore. Mettersi a confiscare le statuette di ceramica poteva trasformarsi in un incubo burocratico”. Gli anni di cui racconta Chatwin sono quelli della guerra, e da allora, una maggiore conoscenza dei materiali ha pressoché rafforzato la convinzione di superare lo sfasamento di giudizio tra arte e tecnica, e di valutare un oggetto artistico al di là delle…

Continua a leggere...
Altri articoli...